Mutui prima casa per i giovani professionisti: cosa sono e chi può presentare la richiesta

Indice dei contenuti

Sei un giovane professionista e sei alla ricerca di un mutuo per la tua prima casa? Non riesci a trovare il mutuo che fa al caso tuo e non hai voglia di andare di banca in banca a cercare quello giusto per te? Ho io la soluzione che fa al caso tuo.

In questo articolo andremo a parlare di com’è possibile ricevere un mutuo per la prima casa se si è un giovane professionista.

Chi sono i giovani professionisti?

La prima cosa sicuramente da sapere è che cosa si intende per giovane professionista e chi viene inserito in questa categoria. Non tutti vengono inseriti in questa categoria ma, ora scopriamo il motivo.

Per giovane professionista si intendono tutte quelle persone che si sono laureate e hanno un’abilitazione da almeno cinque anni. Quindi, sostanzialmente, si intende giovane professionista quella persona che esercita appunto, la sua professione da almeno cinque anni.

Non importa se esercita la professione in modo fisso o contratto a tempo indeterminato. Il giovane professionista potrebbe avere anche una partita Iva o un contratto a tempo determinato.

Vengono considerati giovani professionisti tutti quei giovani che sono nell’età compresa fino ai 36 anni. Per i mutui per la prima casa, i giovani professionisti vengono inseriti in varie categorie ma, vediamoli insieme nel dettaglio.

Un mutuo a misura di giovane

Un giovane che si approccia per la prima volta al mondo dei mutui sicuramente si troverà a litigare con più agevolazioni e scartoffie. Vediamone alcune man mano.

Per prima cosa andiamo ad analizzare il cosiddetto: Fondo di Garanzia per i Mutui per la Prima Casa. Questo tipo di fondo è destinato a tutte quelle persone giovani che fanno richiesta di mutuo per la loro prima casa.

Tra le regole per la richiesta, il mutuo non deve avere un valore superiore ai 200.000 euro. Questo perché il fondo di garanzia prevede una somma di solo il 50% della richiesta di mutuo.

Ovviamente, se vogliamo che il fondo di garanzia arrivi all’80 % dobbiamo avere un ISEE che non superi i 35.000 euro annui.

Possiamo rientrare nelle categorie di mutuo prima casa all’80% anche se siamo una coppia di fatto da almeno due anni, con meno di 36 anni e anche se siamo divorziati con a carico un figlio minorenne.

Tutti coloro che non rientrano nelle categorie sopra elencate la garanzia di Fondo non è all’80% ma rimane, come ho detto prima, al 50 %. Anche chi ha più di 40 mila euro di ISEE può partecipare a questo fondo di garanzia solo ovviamente per il 50 %.

Con il Fondo di Garanzia per prima casa abbiamo anche dei vantaggi notevoli che sono: il TAN non superiore al 1 % e nessuna spesa istruttoria. Il mutuo poi, può essere esteso fino ad un massimo di 40 anni e non 30 come solitamente accede per tutti gli altri mutui per prima casa.

Vediamo un po’ di mutui prima casa per giovani professionisti

Di mutui prima casa per giovani professionisti ce ne sono davvero tantissimi ed è possibile scegliere quello più adatto alle nostre esigenze.  Se vogliamo andare a prendere nello specifico alcuni esempi di mutuo, sicuramente ci sono delle banche che ci possono venire in aiuto.

Facciamo alcuni esempi che potrebbero esserci utili per capire meglio la situazione mutui prima casa per giovani professionisti. Se ad esempio, il nostro immobile ha un costo di 200.000 euro e la nostra banca decide di darci come mutuo il 140.000 euro avremo una situazione del genere:

per un mutuo prima casa di 30 anni e quindi di 360 rate avremo una rata di circa 440 euro al mese. Questo perché avremo una rata con un TAN del 1% un TAEG del 1,05 % e delle spese istruttorie di circa 500 euro. Con queste condizioni avremo una rata mensile di circa 400 euro.

Con queste caratteristiche se abbiamo la possibilità di aumentare gli anni della durata del nostro mutuo avremo una rata ovviamente più piccola. Avremo una rata di circa 345 euro.

Come abbiamo detto prima infatti, i mutui prima casa per giovani professioni possono essere estesi fino ad un massimo di 40 anni. Questo perché questo tipo di mutui è possibile richiederlo fino ai 36 anni ed è per questo che si dà la possibilità di pagarlo fino ad un’età massima di 76 anni.

Alcune garanzie da tenere in considerazione

Una cosa da sottolineare è il fatto che la banca ti può aiutare nel caso in cui un mese non riesci a pagare la tua rata del mutuo.

Infatti, molto spesso viene inserita nel mutuo anche un’opzione che ti permette di sospendere la tua rata del mutuo per i mesi necessari in cui non è possibile pagare quelle rate.

Questo accade se durante gli anni del mutuo non è possibile far subentrare una garante che aiuta nel pagamento del mutuo. Questo tipo di opzione solitamente è incluso nelle polizze assicurative.

Anche nel caso in cui si voglia estinguere il mutuo in modo anticipato, non sono previste penali. Questo per far capire che il mutuo per giovani professionisti è abbastanza flessibile e si po’ decidere di fare ciò che si vuole in base alle proprie esigenze economiche nel corso degli anni.

Un’ultima cosa che mi viene in mente da sottolineare è il fatto che se non si hanno particolari garanzie si può fare un’ipoteca sulla casa. Questo ci permetterà di non avere problemi nel caso in cui non riuscissimo a pagare le nostre rate del mutuo. Questo è possibile farlo perché solitamente il valore della nostra casa è maggiore di circa 20 % del valore del mutuo che ci viene offerto.

In conclusione

Giunti alle conclusioni di questo articolo abbiamo potuto capire che i giovani professioni hanno la possibilità di richiedere un mutuo prima casa sia per un tempo limitato di 30 anni, sia per un lungo periodo di 40 anni.

Questo è un grande vantaggio per tutti coloro che si approcciano per la prima volta nel mondo dei mutui e nel mondo delle case. La banca ti accompagnerà in tutto e per tutto nel tuo percorso di mutuo e ti aiuterà anche nel caso di problemi.

Scegli la banca che ti piace di più e inizia a vivere nella tua casa prima casa dei segni per sempre.