Mutui prima casa per sposi: come ottenerli, quali sono i migliori

Indice

Che cosa sono i mutui prima casa per gli sposi?

Quando si tratta di mutui per la prima casa, soprattutto nel caso di coppie sposate e convivente, si deve parlare di mutui agevolati. Si tratta di finanziamenti rivolti a tali persone anche in fatto di condizione lavorativa, potendo usufruire di una tutela di credito.

Di solito questi mutui agevolati vengono erogati per merito della presenza di un fondo di garanzia, tale fondo è stato riservato per rassicurare le banche creditrici, questo per il fattore rimborso del debito contratto. Vediamo di scoprire di più sui mutui per giovani sposi.

Che cosa sono i fondi di garanzia?

Per molte coppie sposate non è mai facile poter cominciare un percorso di vita assieme, soprattutto se si tratta di acquistare una prima propria abitazione. Per riuscire a facilitare tale desiderio, ci hanno pensato le autorità statali ad avviare molte iniziative. Perché? Questo è stato fatto per poter fare delle speciali agevolazioni per acquistare la prima casa, ma chi lo richiede deve essere in possesso di specifici requisiti.

Quella che risulta essere l’agevolazione maggiormente conosciuta sul mutuo prima casa è il Fondo di Garanzia prima casa Consap. Tale fondo di garanzia per la casa è accessibile in via preferenziale solo per le persone che appartengono a delle specifiche classi sociali o che siano in possesso di precise caratteristiche.

Prima di tutto, possono usufruirne le coppie sposate che hanno età inferiore a 35 anni, ma anche i lavoratori dipendenti che hanno un contratto di lavoro atipico, le famiglie mono-genitoriali che hanno figli minori o le famiglie che hanno un disabile. In tanti casi i tassi che riguardano gli interessi applicati a questi mutui agevolati sono molto bassi rispetto a quelli di mercato e sono riconosciuti dei vantaggi sul piano fiscale.

Inoltre, tale fondo di garanzia serve proprio a garantire alla banca la quota dell’importo complessivo del mutuo concesso, però non deve superare un valore massimo che viene fissato dalla normativa. Consideriamo che in Italia dal 2013 è stato attivato il Fondo di Garanzia che ha come garante Cassa Depositi e Prestiti.

Agevolazioni prima casa

Le prime agevolazioni fiscali riguardanti la prima casa per le coppie vengono introdotte a partire dal 2011 con il Fondo Meloni. Infatti, il fondo prima casa è stato rifinanziato per merito del decreto Crescita (DL n°34 del 30 Aprile 2019) per 100 milioni. Ma chi è che può richiedere le agevolazioni per i mutui coppie? Vediamo che per poter beneficiare del mutuo agevolato per tutte le coppie i requisiti sono:

  • uno dei due componenti della coppia non dovrà aver età superiore ai 35 anni;
  • il finanziamento che viene richiesto non deve superare i 250.000 euro;
  • l’immobile per il quale viene fatta richiesta del mutuo deve essere posizionato su territorio nazionale e deve essere adibito ad abitazione principale;
  • l’immobile non dovrà assolutamente rientrare delle categoria A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici), o essere di lusso;
  • il richiedente del mutuo non dovrà in alcun modo essere proprietario di altri immobili che siano volti ad uso abitativo, tranne quelli acquistati per successioni mortis causa oppure  in uso a titolo gratuito con fratelli o genitori.

Fondo di Garanzia Consap: vediamo nel dettaglio come funzione

Come abbiamo anticipato, c’è il Fondo di Garanzia Consap, fornito dallo Stato. Garantisce ai giovani under 36 una cifra pari all’ 80 per cento dell’importo che viene richiesto come mutuo per l’acquisto di un primo immobile. Se il titolare del finanziamento non potesse per alcun motivo riuscire a restituire almeno la metà della cifra che è stata finanziata, allora spetterà al fondo intervenire come garante.

Che significa? Ciò vuol dire che il fondo provvederà a rimborsare al posto del richiedente. Per esempio, se il mutuatario richiedesse un finanziamento di una cifra pasi 150.000 euro, ma per una causa di difficoltà che può essere legata ad eventi particolari e non prevedibili, non potesse più essere in grado di procedere a restituire tutta l’intera cifra (con interessi), allora tale Fondo di Garanzia coprirebbe 120 mila euro.

Mutui per giovani coppie nel 2021

Dal 2021 si è potuto parlare molto di mutui giovani coppie, è stato fatto all’interno del Decreto Sostegno bis di maggio 2021. Tutti i giovani under 36 possono fare richiesta dei mutui senza anticipo, che vengono garantiti dallo Stato: con questa proposta ogni giovane coppia può fare ricorso al Fondo Garanzia per poter comprare casa richiedendo un mutuo pari al 100% del valore dell’immobile, ma non deve nemmeno anticipare il 20%.

Con questo Fondo è previsto anche l’annullamento di tutte le imposte riguardanti l’acquisto immobile e stipula del mutuo, lasciando come unico onere le spese di agenzia e di notaio. Questo Fondo di Garanzia sarà accessibile solamente ai giovani di età inferiore ai 36 anni. Dal 24 giugno 2021 al 30 giugno 2022 si può presentare la domanda per fare la richiesta. La durata di tale norma viene prevista fino al 31 dicembre 2022.

Requisiti per richiedere un mutuo giovani e giovani coppie

Tutte le categorie dei soggetti che potranno accedere ai mutui agevolati per i giovani e giovani coppie sono:

  • giovani under 36 che abbiano un contratto di lavoro atipico;
  • giovani coppie, ma almeno uno dei due deve avere età superiore ai 35 anni;
  • genitori single che hanno figli minori a carico;
  • conduttori di case popolari.

Ovviamente esistono dei requisiti minimi da possedere per poter accedere alle agevolazioni previste dalla legge. L’assenza di un solo di questi elementi porterebbe ad inficiare l’accettazione riguardante la domanda, vediamo quali:

  • il richiedente non dovrà essere in possesso degli immobili che siano adibiti a residenza civile;
  • l’abitazione che si vuole acquistare non dovrà essere accatastata come un immobile di lusso;
  • l’immobile del mutuo deve essere la prima casa e, quindi, adibito ad abitazione principale, fissando il domicilio e la residenza dei membri;
  • L’ISEE dovrà essere inferiore ai 40.000 euro.

In conclusione

Per cui, per poter accedere a tutti i mutui per la prima casa per i neo sposati, tramite anche questo Fondo di Garanzia riservato ai giovani, basta che ci si vada ad informare presso le banche o gli intermediari finanziari del proprio territorio che hanno deciso di aderire a tale Fondo di Garanzia.

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate